Il rito dei Vattienti a Nocera Terinese
 
Categoria: Eventi
 
Provincia: Catanzaro
 
Cittą: Nocera Terinese
 
Data: 23/04/2011
 
 

Il rito dei Vattienti a Nocera Terinese si svolge il sabato Santo ed avviene contemporaneamente alla processione della Madonna Addolorata.
Durante la processione gruppi di uomini scelgono di configurarsi come il Cristo, flagellandosi pubblicamente, con tanto di corona di spine posta sul capo.
I Vattienti battono sul loro corpo il “cardo”, un pezzo di sughero con tredici pezzi di vetri o chiodi, e il sangue che fuoriesce dalle ferite viene imbevuto nella “rosa”, un pezzo di sughero levigato, per lasciare l’impronta sulle case di coloro che escono sull’uscio cercando di disinfettare le ferite del Vattiente con del vino bollito insieme a erbe aromatiche.
Assieme al Vattiente c’è un’altra figura, “acciomu” ovvero Ecce Homo, entrambi collegati con una cordicella,  che indossa un drappo rosso e che rappresenta Gesù dopo la flagellazione.
Alla fine della rappresentazione e nei giorni successivi, il sangue dei Vattienti, misto al vino, resta sui muri e sulle strade del paese finché non sarà la pioggia a cancellarne le tracce.
Informazioni Evento:
Data: 23 Aprile
Luogo: Nocera Terinese (CZ)
Orario: 01.00/02.00 notte


Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di piu' o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie
IreSud Calabria - I Musei della Calabria in rete
Copyright 2012