Marco Pino, Pietà, tavola
Questa è un'estrazione di sintesi dei dati catalogati.
La scheda completa realizzata secondo gli standard ICCD è disponibile sul sistema di catalogazione
 
 

Le complesse vicende documentarie di questa tela sono state ricostruite parzialmente dallo studioso Giorgio Leone, che ha rintracciato la notizia più antica della presenza della tavola a Cosenza, in un manoscritto di Eugenio Arnoni risalente al 1874 circa e pubblicato postumo, in cui si ricorda un quadro "stupendo del De Pino [...] rappresentante Cristo morto" (Arnoni 1994), custodito "nella Camera del Consiglio del Tribunale Civile" (Palazzo Arnone). L'opera era giunta in questo luogo in seguito alla legge del 7 luglio 1866 del governo italiano, riguardante la soppressione dei conventi e dei monasteri e qui rimase fino al 1940, quando, insieme ad altri manufatti, fu ceduta alla locale Soprintendenza, non è stato però possibile risalire con esattezza alla collocazione originaria dell'opera. Il dipinto mostra quei caratteri stilistici legati ad esiti controriformistici come allungamento e deformazione delle figure.
 
Tipologia scheda OA
 
Misure
cm. 222 x 177
   
Complesso monumentale Palazzo Arnone
   
Oggetto tavola
   
Autore Marco Pino
   
Anno 1572
   
Secolo sec. XVI
Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di piu' o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie
IreSud Calabria - I Musei della Calabria in rete
Copyright 2012