Crotone - Piazza Castello, n. 20 - Palazzo Barracco - 88900 Crotone - Tel/Fax 0962.905714

Visualizza mappa

e-mail: info@mackcrotone.it
 
Il museo nasce per documentare, con opere contemporanee, le tendenze dell'arte italiana dal dopoguerra ai nostri giorni ed ospita rassegne dedicate all'arte contemporanea.
 
 
Anno di fondazione
La nuova sede, in Palazzo Barracco, è stata inaugurata il 6 giugno 2008. Il museo in precedenza era stato allestito nelle sale dell’ottocentesco palazzo Fonte Calojro di Crotone
 
Proprietà
Provincia Crotone
 
Ente proprietario
Provincia Crotone
 
Ente gestore
 
Percorso museale
Il museo nasce per documentare, con opere contemporanee, le tendenze dell'arte italiana dal dopoguerra ai nostri giorni ed ospita rassegne dedicate all'arte contemporanea. Alle opere custodite nella prima sede del museo (Carla Accardi con Violablu n.2 del 1961, Nicola Carrino con Costruttivo Kroton 98, Mimmo Rotella con il decollage Pazzo per le donne, Giuseppe Uncini, Hidetoshi Nagasawa, Vettor Pisani, Bruno Ceccobelli, Nino Longobardi, Claudio Verna, Ferdinando Fedele, Serafino Maiorano, Alfredo Pirri, Giuseppe Pulvirenti e Ascanio Renda) sono state aggiunte recentemente 42 tele dell’artista crotonese Arnaldo Mori. Altri artisti contemporanei:
Stefania Galegati, Mario Airò, Francesco Arena, Vanessa Beecroft, Alighiero Boetti, Maurizio Cannavacciuolo, Sandro Chia, Enzo Cucchi, Ra di Martino, Bruna Esposito, Franco Giordano, Jannis Kounellis, Nino Longobardi, Eva Marisaldi, Mario Merz, Liliana Moro, Luigi Ontani, Giulio Paolini, Federico Pietrella, Veltro Pisani, Annie Ratti, Mimmo Rotella, Antonio Rovaldi, Marinella Senatore, Grazia Toderi, Giuseppe Uncini, Nico Vascellari, Claudio Verna, ZimmerFrei.
 
Informazioni sede
Palazzo Barracco, sede attuale del museo, è un imponente edificio nobiliare a corte chiusa, decorato con stucchi, e con ballatoio. Il barone Farina fu il primo proprietario del palazzo. L’edificio ospitò nel 1799 il Cardinale Ruffo ed in seguito Ferdinando IV di Borbone. L’edificio fu infine acquistato dal barone Barracco.
 
Sale espositive
Composto da un piano terra ed un primo piano. Il museo si estende a piano terra per un totale di 10 sale. Al piano di sopra si trovano gli uffici della Fondazione Odissea. In questo piano è possibile svolgere riunioni e conferenze.
 
Idoneità sale
Spazi illuminati con lampade girevoli, stanze con luce naturale, didascalie in italiano ed inglese
 
Tipologia museo
Artistico
 
Tipologia beni museali
Arte contemporanea
 
Stato conservazione reperti
Ottimo
 
Criteri esposizione reperti
cronologico
 
Orario di apertura al pubblico
Orari d'Apertura
Dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.00
Sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30
 
Apertura manifestazioni
Si
 
Esposizioni occasionali periodiche
Si
 
Media annua visitarori
Vista la recente apertura del museo non è possibile compiere una media annua.
 
Mese maggior affluenza
 
Responsabile struttura
Responsabile struttura dott.ssa Tatiana Forte, RespStruttura, dott.ssa Letizia Scotta.
 
 
 
Servizi disponibili
 
Servizio didattico
Attività di promozione/comunicazione
Collaborazioni interistituzionali
Esistenza Servizi aggiuntivi
Accesso Handicap
Biblioteca
Sala riunioni
Sala proiezioni
Area ristoro
Servizi igienici
Postazioni interattive e/o totem
Laboratorio fotografico
     
Questo sito utilizza i cookie per analizzare il traffico, altre info
Continuando sul sito o cliccando su OK presti il consenso all'uso di tutti i cookie
IreSud Calabria - I Musei della Calabria in rete
Copyright 2012